Tutti in campo per il piccolo Eitan, 500 pavesi a segnare il goal della rinascita.

Venerdì 25 giugno, la città si è stretta intorno a Eitan, unico sopravvissuto della strage della funivia Stresa-Mottarone, e alla sua famiglia nell’ abbraccio “in rosa” promosso dall’associazione Blue Rose Donna. “Solo insieme si può” è il claim dell’associazione, ripetuto più volte durante la serata. A dimostrazione di questo, i piccoli amici di Eitan si sono disposti in cerchio intorno alla famiglia del piccolo, presente all’evento, con i loro palloncini bianchi e rosa lanciati in cielo, a salutare mamma Tal, papà Amit e il fratellino Tom. Visibilmente commossi la zia e il nonno, ospiti a sorpresa della serata benefica, che hanno ricevuto parole di conforto dal sindaco Fabrizio Fracassi e dal presidente dell’Associazione Medico Sportiva Mario Ireneo Sturla. Al posto del consueto minuto di silenzio, le note di “Ti Voglio Tanto Bene” di Gianna Nannini, intonata dai compagni di scuola di Eitan, e dai piccoli dell’A.C. Pavia 1911. Sono stati proprio loro, al termine di un triangolare doppio che ha visto protagoniste anche le società Real Torre, Vogherese, Gs Superga e Arnaboldi, a portare in campo uno zainetto e una maglia per Eitan, che gli verranno consegnate personalmente da Madre Paola Canziani, direttrice dell’Istituto Maddalena di Canossa, frequentato dal piccolo, e dalla sua maestra Marina. A testimonianza dei valori dello sport, una partita di calcio tutta al femminile tra la squadra di Blue rose donna e il Pavia Academy Ssd, neopromossa in serie C. Nessun vincitore, o meglio tutti vincitori, in nome dell’amicizia e della solidarietà. Premio simbolico per le giocatrici, una rosa blu, simbolo dell’associazione organizzatrice dell’evento, consegnata dal regista e produttore cinematografico Giuseppe Di Giorgio. I proventi della serata verranno interamente convogliati sul conto corrente aperto dal Comune a sostegno della famiglia di Eitan. Presenti all’evento anche tutti i rappresentanti dei 12 Comuni del Consorzio sociale pavese, l’assessore allo Sport del Comune di Pavia Pietro Trivi e l’onorevole Alessandro Cattaneo (FI). Il calcio della rinascita, che ha dato inizio alla​partita, è stato affidato a Alessandro Carvani Minetti, campione del mondo di Paraduathlon 2015 e ambasciatore Panathlon, testimonianza di quanto le difficoltà della vita, anche quelle apparentemente insormontabili, possano essere occasione per migliorare la propria vita.​

S.B

Credits Photo Alessio Campana